salta al contenuto

REVOCA DELLA RINUNCIA ALL’EREDITÀ

INFORMAZIONI

Chi ha rinunciato all'eredità, può revocare la rinuncia, presentandosi in Cancelleria per rendere la dichiarazione contraria a quella effettuata con l'atto di rinuncia.

L'assistenza di un difensore e' facoltativa.

NORME DI RIFERIMENTO

Art. 525 del codice civile

CHI PUÒ RICHIEDERLO

Gli eredi e, nel caso di minori, interdetti, inabilitati e persone giuridiche, da chi li rappresenta.

COME SI RICHIEDE

Volontaria Giurisdizione - U.O. Successioni, solo su appuntamento.

Gli appuntamenti si prenotano su Prenotazione appuntamenti Cancellerie civili.

Per informazioni o chiarimenti:  U.O. Successioni 

e mail: attisuccessori.tribunale.verona@giustizia.it

DOCUMENTI OCCORRENTI

  • Carta di identità valida o altro documento equipollente rilasciato da un’amministrazione dello Stato e minuto di fotografia;
  • Certificato di morte e codice fiscale del defunto;
  • Codice fiscale del rinunciante;
  • Se per minore/interdetto/inabilitato o sottoposto ad amministrazione di sostegno è necessaria una copia conforme dell'autorizzazione del Giudice Tutelare;
  • Due marche da bollo da € 16,00 ed una marca da € 11,63;
  • Versamento per la registrazione di € 200 da effettuarsi contestualmente alla redazione dell'atto tramite modello F23, che si può scaricare in allegato e che deve essere redatto secondo le seguenti indicazioni:

o    Al n.4 del modello f23 deve essere indicato cognome e nome, data di nascita, comune di nascita, sesso e codice fiscale del richiedente (nel caso in cui vi siano più richiedenti, è sufficiente l’indicazione di uno solo degli stessi);

o    Al n.5 del modello f23 devono essere riportati il cognome e nome, data di nascita, comune di nascita, sesso e codice fiscale del defunto;

o    Al n.6 (che indica l’ufficio o ente che effettua la registrazione dell’atto) si deve indicare solamente il codice T6J (codice identificativo dell’agenzia delle entrate di Verona 2, ufficio ove l’atto sarà registrato);

o    I dati n.7 e 8 non vanno compilati;

o    Nella sezione contrassegnata dal n.9 (causale) si deve riportare la dicitura RG;

o   Nella sezione n.10 (Estremi dell’atto o documento) si deve indicare solo l’anno in cui l’atto di revoca viene compiuto. Quindi per le revoche che saranno fatte sino a fine anno, sarà necessario inserire il numero 2014; gli atti che saranno resi davanti al cancelliere dal 2.01.2015 dovranno portare la dicitura 2015;

o    Nella sezione 11 (codice tributo) inserire il n.109 T;

o    Alla sezione 12 inserire la dicitura “Imposta di Registro”;

o    Al punto 13, dove viene indicato l’importo, riportare € 200,00.

DOVE SI RICHIEDE

Volontaria Giurisdizione - U.O. Successioni, solo su appuntamento.

Gli appuntamenti si prenotano su Prenotazione appuntamenti Cancellerie civili.

Per informazioni o chiarimenti:  U.O. Successioni 

e mail: attisuccessori.tribunale.verona@giustizia.it

MODULISTICA