salta al contenuto

ACCETTAZIONE DELL’EREDITÀ CON BENEFICIO DI INVENTARIO

INFORMAZIONI

L’eredità può essere accettata con beneficio d’inventario, al fine di tenere separato il patrimonio del defunto da quello dell’erede (con la conseguenza che l'erede risponde di eventuali passività solo nei limiti di quanto ha ereditato).

In alcuni casi l’accettazione con beneficio d’inventario è obbligatoria per legge ed in particolare in presenza di: minori di età o interdetti, minori emancipati o inabilitati, persone giuridiche, associazioni, fondazioni o enti non riconosciuti (escluse le società commerciali).

L'accettazione con beneficio si fa con dichiarazione ricevuta dal notaio o dal cancelliere del Tribunale dell'ultimo domicilio del defunto, entro il termine di:

  • tre mesi dalla morte se si è nel possesso dei beni. Se l'inventario non è compiuto nei 3 mesi (salvo proroga concessa dal Giudice), l'erede decade dal beneficio e viene considerato erede puro e semplice;
  • dieci anni dalla morte se non si è nel possesso dei beni.

L’assistenza di un difensore è facoltativa.

NORME DI RIFERIMENTO

Artt. 484 ss. del codice civile

CHI PUÒ RICHIEDERLO

Può essere richiesta dagli eredi e, nel caso di minori, interdetti, inabilitati e persone giuridiche, da chi li rappresenta.

In caso di minori la redazione dell’atto è effettuata dai genitori; in caso di interdetto la redazione dell’atto è effettuata dal tutore; nel caso di inabilitato la redazione dell’atto è effettuata dal curatore unitamente all’inabilitato; nel caso di persona sottoposta ad amministrazione di sostegno, la redazione dell’atto è effettuata dall’amministratore di sostegno. In tutti questi casi è  necessaria l’autorizzazione del giudice Tutelare.

COME SI RICHIEDE

La redazione dell’atto di accettazione dell’eredità con beneficio di inventario davanti al Cancelliere del Tribunale avviene su appuntamento solo nei giorni di GIOVEDI' e VENERDI'.

Gli appuntamenti si prenotano Prenotazioni appuntamenti Cancellerie civili

Ai fini della redazione dell’atto di accettazione dell’eredità con beneficio di inventario occorre presentare:

  • Certificato di morte;
  • Codice fiscale del defunto (con una fotocopia);
  • Carta di identità valida o altro documento equipollente rilasciato da un’amministrazione dello Stato e munito di fotografia dell'accettante  (in originale e in fotocopia);
  • Codice fiscale dell’accettante (in originale e in fotocopia). Se l’accettante è minorenne o incapace occorre il suo codice fiscale e l’autorizzazione del Giudice Tutelare con il quale si legittima il rappresentante dell'incapace o del minore  a rendere la dichiarazione di accettazione di eredità con beneficio di inventario); l'autorizzazione emessa dal Giudice Tutelare ( ricorso con decreto ) deve essere prodotta in copia autentica.
  • Una marca da bollo di Euro 11,63 e due marche da bollo di Euro 16,00;
  • Pagamento della tassa di trascrizione, mediante versamento con modello F23, compilato come modello allegato.

Una volta effettuata la dichiarazione di accettazione, il dichiarante deve recarsi a pagare la tassa di trascrizione e riportare in Cancelleria la copia che porta la dicitura copia per la presentazione all’ufficio (la dicitura si trova in basso al modello al centro).

Compiuti tali adempimenti, il cancelliere provvede a trasmettere direttamente una copia conforme dell’atto all’Agenzia del territorio di Verona. Quando l'U'fficio restituirà la nota di trascrizione e potrà essere ritirata presso la Cancelleria della volontaria giurisdizione  la copia conforme dell’atto completa della nota di trascrizione.

MODULISTICA

Modello F23

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO F23

Al n.4 del modello deve essere riportata la dicitura Tribunale di Verona e il codice fiscale del Tribunale 80025900236;

Al n. 5 del modello devono essere riportati il cognome e nome, data di nascita, comune di nascita, sesso e codice fiscale  di colui che rende la dichiarazione di accettazione di eredita’ con beneficio di inventario (o personalmente o in rappresentanza di un minore, di un soggetto sottoposto ad amministrazione di sostegno, o tutela o curatela );

Al n. 6 (che indica l’ufficio ove si effettua la trascrizione dell’atto) si deve riportare solamente il codice KM9 (codice identificativo dell’agenzia del territorio di Verona);

I dati n.7 e 8 non vanno compilati;

Nella sezione contrassegnato dal n.9 (causale) si deve indicare la dicitura TR;

Nella sezione n.10 (Estremi dell’atto o documento) inserire solo l’anno in cui viene l’atto di accettazione  viene compiuto.

Nella sezione n.11 (codice tributo) riportare il seguenti codici:

649 T valore €.200,00;

456T valore € 59,00

778T valore €.35,00.

Per un totale complessivo di €. 294,00 (valore mutato dal 1.01.2014)

DOVE SI RICHIEDE

Volontaria Giurisdizione - U.O. Successioni, solo su appuntamento.

Per informazioni o chiarimenti:  U.O. Successioni 

e mail: attisuccessori.tribunale.verona@giustizia.it