salta al contenuto

Ricerca altre vendite

Cosa
Procedura
Anno
 
 
Annunci
La ricerca ha prodotto 7 risultati

Concordati Preventivi

 

 

AVVISO SINTETICO DI PROCEDURA COMPETITIVA PER OFFERTE CONCORRENTI EX ART. 163 BIS L.F.

La scrivente dott.ssa Stefania PERNA con studio in Verona, Via Anfiteatro n. 9, in qualità di commissario giudiziale dell’intestata procedura, dichiarata aperta dal Tribunale di Verona con decreto depositato in data 21.12.2018 nei confronti della società Viberto - Azienda Generale Costruzioni S.r.l. (di seguito anche solo Viberto o Società), con sede in Verona, Via B. Bacilieri n. 6 C.F. e P.IVA 00236160230,

premesso che

la Società è proprietaria, tra l’altro, di un ramo di azienda concesso in affitto a terzi in virtù di contratto di affitto stipulato in data precedente la presentazione della domanda concordataria

dà avviso

dell’apertura di una procedura competitiva finalizzata alla ricerca di soggetti interessati all’affitto del ramo di azienda di proprietà di Viberto avente ad oggetto l’attività di lavori stradali, edili, idrici e di sterro.

OFFERTA MINIMA IN AUMENTO RISPETTO AL CANONE ATTUALE

L’offerta minima dovrà prevedere la corresponsione di un canone annuo di affitto, da pagarsi in rate trimestrali posticipate, non inferiore a euro 65.000,00 oltre IVA.

DECORRENZA, DURATA DELL’AFFITTO E IMMISSIONE IN POSSESSO

Tenuto conto dei tempi necessari per effettuare la comunicazione di cui all’art. 47 legge 428/90, la stipulazione del contratto avverrà con la forma dell’atto pubblico o della scrittura privata autenticata entro 40 (quaranta) giorni dall’aggiudicazione, a cura del notaio scelto dagli organi della procedura o da Viberto. Ogni spesa imposta tassa e onere conseguente al contratto è interamente a carico dell’aggiudicatario.

Lo stipulando contratto di affitto scadrà il 28 dicembre 2022 con esclusione della rinnovazione tacita.

Divenuto efficace il contratto (a seguito del verificarsi della condizioni di seguito riepilogate) l’aggiudicatario sarà immesso nel possesso dell’Azienda contestualmente al rilascio della stessa da parte dell’attuale affittuario Biondani TMG S.p.A., tenuto conto dell’impegno assunto da quest’ultimo di consegnare senza indugio l’Azienda in caso di aggiudicazione a terzi all’esito della procedura competitiva.

CONDIZIONI

Fra i requisiti minimi del contratto di affitto è prevista una clausola di efficacia che subordini la decorrenza degli effetti giuridici fra le parti contraenti al buon esito dell’intervenuto trasferimento in capo all’aggiudicatario dei requisiti previsti dall’art. 79 del D.P.R. n. 207/2010 ai fini del rilascio dell’attestazione SOA ex art. 76 comma 10 D.P.R. n. 207/2010 (come precisato nel testo integrale del decreto che deve essere consultato, al capo “Requisiti”).

RESTITUZIONE DELL’AZIENDA ALLA SCADENZA DEL CONTRATTO

Alla scadenza del contratto l’azienda dovrà essere riconsegnata dall’aggiudicatario a Viberto nelle condizioni in cui è stata ricevuta e nella consistenza risultante al momento dell’immissione in possesso, in stato di normale efficienza operativa, fatti salvi il deterioramento e consumo risultante dall’uso normale dei beni, tenuto conto degli interventi di manutenzione ordinaria che l’aggiudicatario dovrà eseguire a propria cura e spese.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE IRREVOCABILI E REQUISITI DI PARTECIPAZIONE DEGLI OFFERENTI

Le offerte, per importo del canone annuo non inferiore a euro 65.000,00 oltre IVA, devono essere presentate presso la Cancelleria Prefallimentare del Tribunale di Verona entro le ore 12,00 del giorno 11.2.2019.

L’offerta deve essere redatta in lingua italiana, depositata in busta chiusa recante all’esterno la dicitura “Tribunale di Verona – Concordato preventivo n. 30/2017 – offerta di affitto di azienda”. L’offerta dovrà qualificarsi come irrevocabile ed incondizionata a pena di inefficacia della stessa e dovrà contenere:

  1. indicazione del soggetto offerente e dei suoi estremi identificativi. Se trattasi di società o persona giuridica: ragione o denominazione sociale, sede legale, il codice fiscale, partita IVA, n. REA, indirizzo pec al quale si elegge domicilio per ogni comunicazione, recapito telefonico, nonché il nome del legale rappresentante, fotocopia del documento d’identità di chi ha sottoscritto l’offerta in rappresentanza della società e qualora si tratti di soggetto diverso dal legale rappresentante, copia dell’atto da cui risultino i relativi poteri;

  2. la dichiarazione che l’offerta è formulata per l’affitto dell’Azienda come identificata e descritta nel presente decreto;

  3. dichiarazione di aver preso visione del bando e di accettare integralmente e senza riserva alcuna tutte le condizioni ivi indicate;

  4. l’indicazione del canone annuo proposto per l’affitto che non può essere inferiore a euro 65.000,00 oltre IVA;

  5. visura camerale aggiornata e/o certificato di iscrizione dell’offerente al Registro delle Imprese;

  6. cauzione avente le caratteristiche e i contenuti descritti al capo “Cauzione” che segue.

L’offerta sarà ritenuta invalida se inferiore all’importo indicato al punto sub d), se sottoposta a condizione, nonchè qualora presentata oltre il termine per il deposito sopra indicato, ovvero priva di anche uno solo dei contenuti o degli allegati sopra specificati. Le offerte ritenute invalide saranno escluse dal procedimento competitivo.

Non sono ammesse offerte per persona da nominare e sono in ogni caso esclusi dalla partecipazione al presente bando di gara:

- soggetti residenti in Paesi extra UE compresi nella c.d. “black list” di cui al DM 21/11/2001;

- società fiduciarie;

- soggetti sottoposti a procedure di liquidazione o a procedure concorsuali;

- soggetti per i quali non siano identificabili i soggetti che esercitano il controllo ai sensi dell’art. 2359 c.c.;

- soggetti sottoposti alla sanzione interdittiva di cui all’art. 9 comma 2 lettera c) D. Lgs. N. 231/01.

CAUZIONE

All’offerta dovrà essere allegata quale cauzione un assegno circolare non trasferibile intestato a Viberto – Azienda generale costruzioni S.r.l. di importo pari euro 10.000,00 (diecimila).

All’offerente non aggiudicatario la cauzione sarà restituita dopo lo svolgimento della gara. Il Giudice, contestualmente all’aggiudicazione ordinerà alla cancelleria la restituzione.

All’aggiudicatario la cauzione sarà restituita nel momento in cui il contratto acquisirà efficacia.

In caso l’aggiudicatario non procedesse alla stipula nei termini e alle condizioni qui previsti, ovvero, per inerzia o per fatto non imputabile a sua colpa, non completasse entro 90 (novanta) giorni dalla stipula del contratto le procedure previste dalle vigenti leggi e regolamenti per il trasferimento in capo all’aggiudicatario dei requisiti necessari ai fini del rilascio dell’attestazione SOA ex artt. 76 e seguenti D.P.R. n. 207/2010 (Nuovo regolamento appalti), con conseguente inefficacia definitiva del contratto, l’importo della cauzione sarà trattenuto quale indennità.

DELIBERAZIONE SULL’OFFERTA E GARA TRA GLI OFFERENTI

Per l’apertura delle buste e l’esame delle offerte viene fissata l’udienza del 14.2.2019 alle ore 13,00 dinanzi al Giudice delegato dott. Luigi Pagliuca presso il Tribunale di Verona.

All’udienza come sopra fissata saranno aperte le buste alla presenza degli offerenti e di chiunque vi abbia interesse e si procederà all’esame delle offerte.

E’ possibile presenziare all’udienza personalmente o tramite persona munita di idonei poteri in forza di procura notarile.

Nel caso in cui pervenga una sola offerta valida, si farà luogo ad aggiudicazione all’unico offerente.

In caso di una o più offerte valide, il Giudice disporrà una gara immediata tra gli offerenti.

La gara avverrà per un canone base annuale di partenza pari all’offerta più elevata, con rilanci minimi di euro 2.000,00 (duemila); trascorso un minuto dall'ultimo dei rilanci senza che ne segua un altro maggiore, si farà luogo ad aggiudicazione all'ultimo offerente il cui rilancio sia giudicato valido; in caso di assenza di rilanci e di parità di canone offerto sarà dichiarato aggiudicatario colui che ha depositato per primo l’offerta migliorativa.

Se la gara non potrà avere luogo per mancanza di adesione degli offerenti il giudice disporrà l’assegnazione a favore del maggior offerente che abbia presentato un’offerta valida e in caso di parità di canone offerto sarà dichiarato aggiudicatario colui che avrà presentato per primoa l’offerta migliorativa.

Qualora entro il termine non saranno presentate offerte valide la procedura competitiva si intenderà esaurita e proseguirà il contratto di affitto in corso con Biondani T.M.G. S.p.A.

GARANZIA

All’atto della stipula del contratto d’affitto con l’aggiudicatario, questi dovrà consegnare fideiussione bancaria o assicurativa a prima richiesta e di tipo autonomo (quindi con espressa deroga, tra l’altro, alle disposizioni di cui agli artt. 1939, 1945 e 1957 c.c.), a favore di Viberto per un importo pari a quattro annualità di canone a garanzia del pagamento del canone di affitto e del prezzo delle Rimanenze, nonché del corretto adempimento di tutte le obbligazioni derivanti dall’affitto di azienda.

INFORMAZIONI

Maggiori informazioni e copia integrale del decreto sul sito internet https://www.italiaoggi.it/bandi-aste-gare.

Per ogni informazione e documentazione gli interessati possono rivolgersi al Commissario Giudiziale dott. Stefania PERNA con studio in Verona Via Anfiteatro n. 9 tel. 0458003635 fax 0458001477 pec cp30.2017verona@pecconcordati.it email stefania.perna@revcomm.it.

La Società in concordato o il Commissario giudiziale forniranno in forma cartacea o tramite e-mail o con apposito link di dropbox, le informazioni e la documentazione relativa all’Azienda, previa richiesta scritta da trasmettere al Commissario, ai recapiti sopra indicati e previa sottoscrizione e consegna di un atto di impegno alla non diffusione e alla riservatezza sulle informazioni così ricevute, che preveda la corresponsione di una penale pari a euro 60.000,00 ( salvo il risarcimento del maggior danno, se provato) per il caso di accertata violazione degli obblighi di riservatezza.

PROCEDURA COMPETITIVA
Data apertura buste  : 14/02/19 ore 13:00
Prezzo base asta : 65.000,00

 

 

 

 

 

Data Pubblicazione: 10/01/19

 

 

Documentazione disponibile:

Documenti in formato Pdf.
I link alla documentazione si aprono in una nuova finestra e potrebbero non essere conformi alla Legge 4/2004.

Composizione crisi da sovraindebitamento

Composizione crisi da sovraindebitamento 7/2018

TRIBUNALE DI VERONA

Gestore Dott. Davide Zenaro
Giudice LUIGI PAGLIUCA


proposta di accordo e del presente decreto ai creditori a cura del gestore della crisi Dott. Davide Zenaro

 

 

PER MAGGIORI DETTAGLI SI INVITAA PRENDERE VISIONE DEI DOCUMENTI ALLEGATI

 

 

Data Pubblicazione: 17/12/18

 

 

Documentazione disponibile:

Documenti in formato Pdf.
I link alla documentazione si aprono in una nuova finestra e potrebbero non essere conformi alla Legge 4/2004.

 

Beni Mobili

Fallimento 56/2017

Curatore Dott. Stefano Romito
Giudice Dott. Silvia Rizzuto

 

LOTTO 1
beni mobili di magazzino + autovetture siti in Bovolone , via dell'artigianato 58
Data asta : 31/01/19 ore 12:30
Prezzo base asta : 10.000,00
Rilancio Minimo : Euro 500,00

 

 

Ulteriori informazioni presso il Curatore Dott. Stefano romito, con studio in Verona, Via A. Locatelli n. 1, tel 045/8033058, romito@assostudio.com.

 

 

Data Pubblicazione: 27/12/18

 

 

Documentazione disponibile:

Documenti in formato Pdf.
I link alla documentazione si aprono in una nuova finestra e potrebbero non essere conformi alla Legge 4/2004.

 

Inviti ad Offrire

Fallimento 144/2015

Curatore Avv. Marco Crema
Giudice Dott. Silvia Rizzuto

Invito a formulare offerte migliorative 

LOTTO 9
Appartamento al piano terzo di un edificio di tipo condominiale (con autorimessa di pertinenza e cantina al piano seminterrato). L'appartamento è composto da un piccolo ingresso che conduce alla zona giorno con angolo cottura; da un disbrigo è possibile accedere a due camere da letto ed un bagno. Tutto l'appartamento è dotato di un ampio balcone. L'autorimessa è di dimensioni tali da permettere il rimessaggio di due automobili disposte in tandem.

 


le offerte migliorative dovranno pervenire                                  entro: 23/01/19 ore 16:30
Prezzo base asta : 50.000,00
Rilancio Minimo : Euro 1.000,00

 

 

 

 

 

Data Pubblicazione: 18/12/18

 

 

Documentazione disponibile:

Documenti in formato Pdf.
I link alla documentazione si aprono in una nuova finestra e potrebbero non essere conformi alla Legge 4/2004.

Composizione crisi da sovraindebitamento

Composizione crisi da sovraindebitamento 49/2017

Liquidatore Dott.ssa Leila Maria Caserta

 


TRIBUNALE di VERONA
PROCEDURE n. 49/2017 R.G. e n. 4/2018 R.G.
*********
AVVISO DI VENDITA

La sottoscritta Dott.ssa Leila Maria Caserta iscritta all’albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Verona al n° 766/A, con studio in Verona, Via Adua 3, nominata liquidatore nelle procedure n.49/2017 RNG e 4/2018 RNG dal Giudice dott.ssa Silvia Rizzuto
AVVISA
che il giorno 26.02.2018 alle ore 17.00 presso il proprio studio in Verona, Via Adua n.3 si darà luogo allo svolgimento della gara di vendita dell’immobile sotto descritto, alle condizioni e modalità di seguito indicate.
DESCRIZIONE DEL LOTTO POSTO IN VENDITA
Abitazione con garage, sita nel Comune di San Bonifacio (VR) Località Fossabassa 40/a così catastalmente identificata:
• N.C.E.U., Fgl. 32, Part. 989, Sub. 34, Cat. A/3;
• N.C.E.U., Fgl. 32, Part. 989, Sub. 60, Cat. C/6.
L’immobile è dettagliatamente descritto nella perizia redatta dall’esperto stimatore arch. Luisa Bagolin, alla quale, per quanto qui non menzionato, integralmente si rimanda.
CONDIZIONI E MODALITA’ DI VENDITA
 vendita degli immobili sopra descritti al prezzo base di €. 210.000,00 (duecentodiecimila);
 le offerte irrevocabili di acquisto dovranno contenere i dati anagrafici ed i recapiti dell’offerente, l’indicazione dei beni per i quali l’offerta è proposta ed il prezzo offerto che non potrà essere inferiore di oltre un quarto al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita a pena di esclusione e l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima.
 allegare alla domanda in bollo da € 16,00:
 - documento di riconoscimento; codice fiscale; regime patrimoniale (se coniugato);
 - certificato di iscrizione al Registro Imprese in caso di partecipazione di società;
 - procura notarile in caso di partecipazione a mezzo Procuratore Legale;
le offerte irrevocabili di acquisto, dovranno essere depositate in busta chiusa presso lo studio del Liquidatore dott.ssa Leila Maria Caserta in Verona Via Adua n.3, entro le ore 12,00 del 25 febbraio 2018 unitamente ad un assegno circolare non trasferibile intestato al Liquidatore, nella misura del 10% del prezzo offerto a titolo di cauzione; tale somma sarà restituita all’offerente che non divenga aggiudicatario;
2
l’apertura delle buste avverrà davanti al Liquidatore presso il suo studio il giorno 26.02.2018 alle ore 17.00 alla presenza degli offerenti. In caso di presenza di più offerte di acquisto si procederà immediatamente ad una gara tra gli offerenti partendo dall’offerta più alta;
 Il trasferimento avverrà mediante atto notarile avanti a Notaio scelto dall’aggiudicatario entro 60 giorni dall’aggiudicazione e con ogni onere e costo a carico dell’aggiudicatario.
 l’aggiudicatario dovrà provvedere al pagamento del saldo prezzo all’atto notarile di compravendita a mezzo assegno circolare intestato al Liquidatore dott.ssa Leila Maria Caserta;
 Imposte, tributi, oneri, inclusi gli onorari notarili inerenti al trasferimento, nonché eventuale sanatoria e certificazione energetica sono a carico dell’acquirente.
 La cancellazione delle iscrizioni e trascrizioni pregiudizievoli avverrà a cura e spese dell’acquirente, previa emissione da parte del Giudice di decreto che ordini la cancellazione dei gravami iscritti ;
 I beni saranno ceduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni e azioni, servitù attive e passive. L’esistenza di eventuali vizi, oneri di qualsiasi genere, ivi compresi quelli derivanti dagli adeguamenti di impianti alle leggi vigenti, le spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate e non evidenziate in perizia non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni.
Per visionare l’immobile, consultare la perizia ed avere ulteriori informazioni rivolgersi al Liquidatore dott.ssa Leila Maria Caserta, con studio in Via Adua 3, 37121 Verona, tel. 045591033, mail lc@studiomarcocaserta.it .

 

 

 

Data Pubblicazione: 14/12/18

 

 

Documentazione disponibile:

Documenti in formato Pdf.
I link alla documentazione si aprono in una nuova finestra e potrebbero non essere conformi alla Legge 4/2004.

Beni Mobili

Fallimento 53/2017

Curatore Dott. Carlo Lombardi
Giudice Dott. Silvia Rizzuto

SOLLECITA OFFERTE CAUZIONATE PER ACQUISTO DI UNICO
LOTTO COSTITUITO DAI SEGUENTI BENI:

LOTTO Unico
( I) MARCHIO (DENOMINATIVO) "MARCATO" CONSISTENTE NELLA DICITURA "MARCATO" IN QUALUNQUE DIMENSIONE, CARATTERE, FORMA E COLORE.

(2) STOCK DI VINO IN BOTTIGLIA "LESSINI DURELLO" E" MAFFEA/ ROSÈ " - VENDIBILE CON IL MARCHIO "MARCATO" - PER UN TOTALE DI 144.594 BOTTIGLIE RILEVATE DALLO STIMATORE.

Prezzo base asta : 400.000,00

 

 

 

LA PROCEDURA VALUTERA' LIBERAMENTE LE OFFERTE RICEVUTE DETERMINANDO A SUA ESCLUSIVA ED INSINDACABILE DISCREZIONE EVENTUALI MODALITA' E TERMINI DI VENDITA.

Data Pubblicazione: 07/12/18

 

 

 

Composizione crisi da sovraindebitamento

Composizione crisi da sovraindebitamento Montanari Alessandro 13/2018

Liquidatore Dott. Erik Rambaldini
Giudice Dott. Luigi  Pagliuca

 

Il G.D., Dott. Luigi Pagliuca ha pronunciato il seguente Decreto
Nella procedura di composizione della crisi da sovraindebitamento n.13/2018 relativa all'istanza presentata in data 9.4.2018

Rilevato che la domanda soddisfa i requisiti di cui all' art.14 ter legge citata ed è corredata della documentazione di cui all'art.9, della relazione particolareggiata dell'O.C.C. e dell'inventario dei beni; 

P.Q.M.
Dichiara aperta la procedura di liquidazione del patrimonio ex artt.14 ter e segg. legge 27.1.2012 n.3

VEDASI ALLEGATI

 

 

 

 

 

Data Pubblicazione: 20/04/18

 

 

Documentazione disponibile:

Documenti in formato Pdf.
I link alla documentazione si aprono in una nuova finestra e potrebbero non essere conformi alla Legge 4/2004.